Perché si ha la diarrea? Cause, cure, soluzioni e stress

diarrea

La diarrea solitamente è un disturbo transitorio che può colpire chiunque di tanto in tanto e non è in linea di massima un evento preoccupante, ma è sicuramente una condizione spiacevole, che impedisce le normali attività quotidiane, come recarsi al lavoro o uscire per fare la spesa. Soprattutto quando le scariche sono frequenti e abbondanti e non c’è la possibilità di controllare lo stimolo in maniera efficace. Di solito è un disturbo che si risolve nel giro di qualche giorno o al massimo di una settimana, è facilmente contrastabile introducendo una dieta specifica astringente,  bevendo molto per evitare la disidratazione e rimanendo a casa a riposo. Le cause che provocano la diarrea sono varie e di diverso genere; la più comune sia tra gli adulti che nei bambini è l’infezione intestinale conosciuta col nome di gastroenterite, può causarla un virus, ad esempio il Rotavirus, oppure può essere generata da batteri presenti nel cibo o nell’acqua, i più noti sono escherichia coli, campylobacter e la giardia.

Cos’è la diarrea

La diarrea si manifesta con sintomi tipici e riconoscibili di un malfunzionamento intestinale temporaneo, è caratterizzata da dolore addominale che si manifesta prima dell’evacuazione e a volte anche dopo aver evacuato; le feci sono generalmente acquose, non formate o addirittura liquide, la colorazione dipende dal tipo di disturbo in corso, in alcuni casi possono essere molto chiare e in altri molto scure, il colore delle feci è un dettaglio importante da riferire al proprio medico perché può essere utile a determinare cosa ha provocato la diarrea.

La diarrea si distingue in due tipi differenti ovvero acuta se ha una durata inferiore alle due settimane, cronica se si presenta per quattro settimane e oltre. Le infezioni intestinali sono frequenti quando ci si reca all’estero, soprattutto quando si decide di passare una vacanza in zone scarsamente attrezzate per un attenta igiene nelle strutture pubbliche, ma anche per il  cambio drastico di alimentazione, questa forma di diarrea viene appunto chiamata “diarrea del viaggiatore”.

La diarrea cronica può essere generata da un’intolleranza alimentare o da un’allergia. A volte viene provocata dall’uso prolungato di determinati farmaci, può essere presente per lunghi periodi a causa di una malattia cronica intestinale, oppure è semplicemente legata a un’infiammazione intestinale. Molte persone soffrono della sindrome dell’intestino irritabile, questa patologia che prendiamo ad esempio provoca una diarrea costante e quotidiana che compromette in modo rilevante la qualità della vita.

I motivi per i quali si ha la diarrea cronica possono essere molti ed è difficile fare una diagnosi, spesso viene identificata come causa del “colon irritabile”, ma alla fine il colon irritabile non è un patologia reale ma solo uno dei modi in cui i medici definiscono qualcosa che a cui non sanno dare un nome specifico.

Diarrea da stress

Prima di affrontare le varie tematiche in merito all’argomento è importante prendere in considerazione il fattore stress.

Per stress intendiamo tante varianti: stile di vita sbagliato, dormire male, alimentarsi male, avere relazioni tossiche, problemi di lavoro o soldi e tanto altro.. Tutti noi giornalmente dobbiamo affrontare problemi e sfide ma a volte “perdiamo l’equilibrio” e senza nemmeno accorgercene finiamo nel baratro di malattie psicosomatiche.

In rialimenta questo è un argomento che abbiamo a cuore poiché ben il 70% dei pazienti non riesce a risolvere totalmente i propri problemi fisici poiché spesso si cerca di curare il sintomo e non la totalità dell’individuo. Approfondiamo questo importante argomento ai seguenti due articoli:

  1. Cosa sono le malattie psicosomatiche? Somatizzazioni
  2. Il 70-80% delle malattie sono psicosomatiche

La diarrea da stress è una condizione comune e può colpire persone di tutte le età. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Clinical Gastroenterology and Hepatology, il 20% della popolazione mondiale soffre di diarrea funzionale, di cui la diarrea da stress è una forma. Questo studio ha anche dimostrato che la diarrea funzionale è più comune nelle donne che negli uomini.

La diarrea da stress è causata da una serie di meccanismi biologici e fisiologici. Quando una persona è sotto stress, il sistema nervoso simpatico rilascia noradrenalina e adrenalina, due ormoni che causano un aumento della motilità intestinale. Questo aumento della motilità intestinale può portare a evacuazioni frequenti e acquose.

Inoltre, lo stress può anche influenzare la flora batterica intestinale, che può portare a infiammazione e disfunzione del sistema digestivo. Uno studio pubblicato sulla rivista Neurogastroenterology and Motility ha dimostrato che lo stress cronico può influenzare la composizione della flora batterica intestinale e causare infiammazione del tratto gastrointestinale.

Lo stress crea disequilibrio di importanti ormoni che svolgono funzioni chiave per il nostro organismo. Squilibri di serotonina, noradrenalina, adrenalina, ossitocina ed altri importanti ormoni creano uno stato psicofisico incline alle malattie sia fisiche che psicosomatiche. Un approccio a 360° è la migliore soluzione per tornare alla migliorare versione di noi stessi.

Come affrontare e risolvere il problema della diarrea

Quando la diarrea si presenta all’improvviso è consigliabile rimanere a casa almeno per due o tre giorni per prevenire anche la possibile diffusione del virus che provoca l’infezione intestinale, evitando così di contagiare parenti, amici, e colleghi di lavoro. Come abbiamo già detto generalmente la diarrea si risolve spontaneamente dopo qualche giorno, senza cure particolari, è sufficiente osservare un po’ di digiuno e bere molto, in questi casi non è nemmeno necessario consultare il proprio medico. Vanno seguiti con attenzione però sia i bambini che gli anziani, che devono essere idratati in maniera adeguata per non incorrere nella disidratazione.

Di solito per i casi più ostici viene anche consigliato l’uso di bevande specifiche per la reidratazione, se il soggetto colpito da diarrea non ha desiderio di mangiare e non sente  appetito non è una cosa negativa;  l’importante è bere e reintegrare i liquidi persi con gli scarichi diarroiche. Se invece il paziente desidera mangiare è possibile  introdurre cibi solidi anche se ci sono scariche frequenti.  In commercio ci sono moltissimi farmaci che limitano o addirittura bloccano la diarrea.

L’uso di queste sostanze non è molto raccomandato perché non sono somministrabili in caso di dolore addominale  è preferibile non bloccare il meccanismo della diarrea, perché è utile ad eliminare i batteri che hanno infettato l’intestino.

Capire la vera causa della diarrea, Disbiosi, microbiota e asse intestino-cervello

La diarrea cronica è un problema che abbassa la qualità di vita, per tanto è importante capire le reali cause e porvi rimedio. Come sempre un approccio a 360° gradi per l’asse intestino cervello è la migliore soluzione per raggiungere il miglior equilibrio psicofisico.

La diarrea è spesso causata da una Disbiosi, la presenza di flora batterica alterata, per tanto è necessario effettuare un analisi completa del microbiota per avere un quadro più completo della situazione ed intervenire sulla causa. I nutrizionisti di Rialimenta sono esperti mi microbiota intestinale.

I motivi per  cui si ha diarrea cronica possono essere:

  1. Intolleranza al lattosio – L’intolleranza al lattosio è una condizione in cui il corpo non è in grado di digerire il lattosio, uno zucchero presente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Ciò può causare diarrea cronica, gonfiore e flatulenza.
  2. Malattia infiammatoria intestinale (IBD) – L’IBD è una condizione che colpisce il tratto gastrointestinale e può causare diarrea cronica, dolore addominale, sanguinamento rettale e perdita di peso. Le due forme più comuni di IBD sono la malattia di Crohn e la colite ulcerosa.
  3. Infezione da parassiti – Alcuni parassiti, come la giardia, possono causare diarrea cronica. Queste infezioni sono spesso contratte attraverso l’acqua o il cibo contaminati.
  4. Infezione da batteri – Alcune infezioni batteriche, come la salmonella e l’escherichia coli, possono causare diarrea cronica. Queste infezioni sono spesso contratte attraverso il consumo di cibo contaminato.
  5. Celiachia – La celiachia è una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca il tessuto intestinale quando viene esposta al glutine. Ciò può causare diarrea cronica, gonfiore e dolore addominale.
  6. Reazioni ai farmaci – Alcuni farmaci, come gli antibiotici, possono causare diarrea cronica come effetto collaterale. Ciò è dovuto alla loro capacità di alterare la flora intestinale normale.
  7. Allergie alimentari – Alcune allergie alimentari possono causare diarrea cronica, tra cui l’allergia al grano, al latte o al fruttosio.
  8. Intolleranza al glutine non celiaca (NCGS) – L’NCGS è una condizione in cui il corpo reagisce negativamente al glutine, ma non si verifica il danno intestinale associato alla celiachia. Questa condizione può causare diarrea cronica, gonfiore e dolore addominale.
  9. Diverticolite – La diverticolite è una condizione in cui si verificano infiammazioni o infezioni nei diverticoli, sacche che si formano nella parete del colon. Questa condizione può causare diarrea cronica, dolore addominale e febbre.
  10. Malassorbimento di grassi – Il malassorbimento di grassi può essere causato da una varietà di problemi, tra cui la malattia celiaca, la pancreatite cronica o la sindrome dell’intestino corto. Questa condizione può causare diarrea cronica, feci grasse e perdita di peso.
  11. Disbiosi intestinale – La disbiosi intestinale si verifica quando l’equilibrio tra i batteri buoni e cattivi nell’intestino viene disturbato. Questo può essere causato da una varietà di fattori, tra cui la dieta, lo stress
  12. Carenza di enzimi pancreatici – La carenza di enzimi pancreatici si verifica quando il pancreas non produce abbastanza enzimi digestivi. Ciò può essere causato da una varietà di problemi, tra cui la pancreatite cronica o la fibrosi cistica. Questa condizione può causare diarrea cronica e perdita di peso.
  13. Intolleranza alimentare – Alcune persone possono sviluppare una intolleranza a determinati alimenti come il glutine, i latticini o le uova. Questa condizione può causare diarrea cronica, gonfiore e gas.
  14. Diabete mellito – Il diabete mellito può causare diarrea cronica come risultato di problemi di digestione e di assorbimento dei nutrienti nell’intestino.

Come puoi osservare i motivi possono essere moltissimi e a volte capita che individuare un problema non è la vera soluzione, per questo in Rialimenta consigliamo un percorso completo che permette alla persona di ripristinare e riequilibrare l’asse intestino-cervello.

Le cure: farmaci, consigli  e rimedi naturali

Le cure e i medicinali adatti a combattere la diarrea devono essere prescritti in base ai sintomi che il paziente accusa, poiché come dicevamo di diarrea ne esistono tipi differenti, che devono essere curati in modo specifico e mirato. Il medico curante valuterà se la diarrea è eccessivamente frequente e se i sintomi di base sono associati anche ad altri tipi di disturbi mediamente gravi e a manifestazioni più frequenti nei casi di diarrea severa; che è il sintomo principale di una malattia più grave. I segnali preoccupanti sono:

  • vomito frequente,
  • mal di stomaco continuo,
  • febbre,
  • sangue nelle feci,
  • pus nelle feci,
  • disidratazione,
  • sonnolenza,
  • urine scure e scarse,
  • vertigini,
  • stato di disorientamento,
  • perdita di peso,
  • senso di torpore.

Oltre a curarla,  la diarrea è possibile prevenirla, intervenendo tempestivamente con mezzi di prevenzione per impedire di contrarla; piccoli accorgimenti, ma importanti che possono aiutarci a evitare le infezioni che provocano la diarrea. Ridurre il rischio di ammalarsi significa prestare maggiore attenzione all’igiene. E’ una regola fondamentale lavare molto bene le mani con sapone e acqua calda dopo essere stati in bagno, molto utile anche lavare le mani sempre prima dei pasti o prima di preparare il cibo.

Se qualcuno in famiglia ha episodi di diarrea è necessario pulire e disinfettare la tazza del water, la tavoletta del water, il rubinetto dello sciacquone, con un disinfettante efficace ogni volta che il bagno viene usato. La pulizia e l’igiene dei sanitari deve essere fatta indossando dei guanti, inoltre evitare accuratamente quando qualcuno in famiglia non sta bene e ha episodi diarroici di condividere le posate, i bicchieri, i tovaglioli, gli asciugamani e le lenzuola.

I farmaci principali che vengono solitamente prescritti dal medico per combattere la diarrea sono i fermenti lattici e i probiotici  e gli integratori ma esistono anche dei disinfettanti intestinali e degli antibiotici intestinali che hanno il compito di combattere i batteri e i virus che hanno provocato infezione.

Come sempre per tali patologie i farmaci non sono mai una soluzione definitiva, per tanto è importante utilizzarli con ponderazione e mirare principalmente a comprendere la causa del proprio problema.

La natura ci aiuta contro la diarrea e i malesseri intestinali

Tra i principali rimedi di origine naturale per contrastare la diarrea sia acuta che cronica troviamo prima di tutto l’acqua, che è fondamentale per ripristinare l’equilibrio elettrolitico, tra i rimedi di origine naturale, oltre ai fermenti lattici, che possiamo citare troviamo il limone, la menta, la camomilla che è un eccellente calmante, l’alloro, e il riso.

Probiotici? Nella maggioranza dei casi vengono prescritti i probiotici che in alcuni casi aiutano ed in altri peggiorano la situazione. Perché un peggioramento? Qualunque tipologia di problema gastrointestinale che non si riesce ad indentificare è considerato “funzionale”. Uno dei primi step è fare una mappa del microbiota, se vi sono batteri, parassiti, candida o altre disbiosi bisogna bonificare la flora batterica (spesso con fisioterapeutici abbastanza funzionali) e poi in seguito si possono integrare probiotici.

Dieci rimedi naturali per la diarrea:

  1. Acqua di cocco: l’acqua di cocco è una bevanda molto efficace per combattere la diarrea perché è ricca di elettroliti come il potassio, il sodio e il magnesio. Gli elettroliti aiutano a mantenere l’equilibrio idrico del corpo e a prevenire la disidratazione.
  2. Tè di foglie di mirtilli: il tè di foglie di mirtilli ha proprietà astringenti e antinfiammatorie che possono aiutare a ridurre la diarrea. Per prepararlo, basta far bollire un cucchiaino di foglie di mirtilli in una tazza di acqua per 10-15 minuti, poi filtrare e bere.
  3. Yogurt probiotico: il consumo di yogurt probiotico può aiutare a ripristinare l’equilibrio della flora intestinale e prevenire la diarrea causata da un’alterazione della flora batterica. È importante scegliere uno yogurt che contenga ceppi di batteri benefici come Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium bifidum.
  4. Acqua e limone: bere acqua con un po’ di succo di limone può aiutare a ripristinare l’equilibrio elettrolitico del corpo e a ridurre l’infiammazione intestinale. È importante evitare di aggiungere zucchero o altri dolcificanti.
  5. Mela: le mele contengono pectina, una fibra solubile che può aiutare a ridurre la diarrea. È meglio consumare le mele cotte al vapore o al forno anziché crude.
  6. Banane: le banane contengono potassio e amido resistente, una fibra che può aiutare a rafforzare le feci e ridurre la diarrea. È importante scegliere banane mature ma non troppo mature, in modo da evitare un’eccessiva fermentazione intestinale.
  7. Tè allo zenzero: il tè allo zenzero ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche che possono aiutare a ridurre la diarrea. Per prepararlo, basta sbucciare e grattugiare un pezzo di radice di zenzero fresco, farlo bollire in una tazza di acqua per 10-15 minuti, poi filtrare e bere.
  8. Carote: le carote contengono pectina e fibra solubile, che possono aiutare a ridurre la diarrea. È meglio consumare le carote cotte al vapore o al forno anziché crude.
  9. Acqua di riso: l’acqua di riso è un rimedio tradizionale per la diarrea che può aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale e ripristinare l’equilibrio elettrolitico del corpo. Per prepararla, basta far bollire una tazza di riso in tre tazze di acqua per 20-30 minuti, poi filtrare e bere l’acqua.
  10. Sale di reidratazione orale: il sale di reidrazione orale è una soluzione di acqua, zucchero e sali che può aiutare a prevenire la disidratazione causata dalla diarrea. È possibile acquistare le soluzioni di reidratazione orale in farmacia o prepararle in casa seguendo le istruzioni del medico. Queste soluzioni aiutano a ripristinare l’equilibrio elettrolitico del corpo e prevenire la perdita di sali importanti.

Integratori per la diarrea

  1. Carbone attivo: il carbone attivo è una sostanza porosa che può aiutare a assorbire le tossine e i batteri che causano la diarrea. È importante scegliere un integratore di carbone attivo di alta qualità e prendere la giusta dose, poiché può interferire con l’assorbimento di alcuni farmaci.
  2. Glutammina: la glutammina è un aminoacido che può aiutare a riparare la mucosa intestinale danneggiata dalla diarrea. Gli integratori di glutammina possono aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale e migliorare la funzione del sistema immunitario.
  3. Zinco: lo zinco è un minerale essenziale per la salute dell’intestino e può aiutare a ridurre la durata e l’intensità della diarrea. Gli integratori di zinco possono aiutare a ripristinare l’equilibrio elettrolitico del corpo e prevenire la disidratazione.
  4. Vitamina D: la vitamina D è importante per la salute del sistema immunitario e può aiutare a prevenire la diarrea causata da infezioni batteriche o virali. Gli integratori di vitamina D possono aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale e migliorare la funzione immunitaria.
  5. Vitamina B6: la vitamina B6 è importante per il metabolismo degli aminoacidi e può aiutare a prevenire la diarrea causata da carenze nutrizionali. Gli integratori di vitamina B6 possono aiutare a ripristinare l’equilibrio nutrizionale del corpo e prevenire la disidratazione.
  6. Vitamina C: la vitamina C è un antiossidante importante per la salute del sistema immunitario e può aiutare a prevenire la diarrea causata da infezioni batteriche o virali. Gli integratori di vitamina C possono aiutare a ridurre l’infiammazione intestinale e migliorare la funzione immunitaria.
  7. Magnesio: il magnesio è un minerale importante per il corretto funzionamento del sistema nervoso e muscolare, e può aiutare a prevenire la diarrea causata da carenze nutrizionali. Gli integratori di magnesio possono aiutare a ripristinare l’equilibrio elettrolitico del corpo e prevenire la disidratazione.
  8. Acido folico: l’acido folico è una vitamina importante per la salute dell’intestino e può aiutare a prevenire la diarrea causata da carenze nutrizionali. Gli integratori di acido folico possono aiutare a ripristinare l’equilibrio
×

 

Ciao!

Se hai domande o dubbi contattaci.

× Hai bisogno di assistenza?